#Vorreiprendereiltreno

Il venerdì è di solito il giorno del post a carattere più turistico.
Oggi invece in stazione mi è capitato un fatto per cui ho addirittura scritto, evento raro per me, con il computer sulle gambe tra una stazione e l’altra, per essere quanto più fedele alla coversazione avvenuta. Un post in qualche modo collegato ad una dolce e bravissima collega blogger: Vita da pendolare Glielo ho pure annunciato via twitter!
E poi…

Le stazioni… Ma quanto saranno belle le stazioni??
Soprattutto all’alba e di notte, quando non c’e nessuno. Veder arrivare treni semi-deserti, soffermare gli occhi su chi scende o chi sale. Immaginare dove sono stati, dove andranno, da cosa scappano o cosa cercano, chi stanno aspettando nella loro vita…
E proprio in quel momento arriva Lei, a chiederti un accendino, un’indicazione, un qualsiasi cosa che c’entri niente o tutto.
Le stazioni sono posti meravigliosi, carichi di amore: abbandonato, conteso, regalato, straziato, ritrovato

E poi uno vorrebbe sapere scrivere cose di questo genere, per dire.
Oggi nel giro di forse due ore su tre mezzi di comunicazione diversi ho intravisto una notizia: Iacopo è single per forza, perchè non piglia l’autobus!
Vi sembra una battuta?
Proviene dalla bocca d’un toscano, anzi, d’un fiorentino, che le cose più serie le dicono in burla; almeno dai tempi del Boccaccio.

La foto l'ho rubata dal suo blog!

La foto l’ho rubata dal suo blog!

Lui è Iacopo Melio.
Questo è il post che ha scritto: Sono single per forza, non piglio l’autobus!!
L’hastag giusto è… beh, ci siete arrivati, no?
Avanti, che una volta tanto farsi un selfie è una cosa buona!

.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>