Travel Dream 2014: le mie mete da sogno

Non ho mai stilato liste di buoni propositi per l’anno nuovo: sono uno di quelli che pensa che tanto non riuscirebbe a rispettarli, quindi meglio evitare.
Però qui non parliamo esattamente di “buoni propositi”, quanto di sogni. E di condivisione & ispirazione.

mi piace scoprire i sogni altrui e, contemporaneamente, prendere in considerazione luoghi che magari prima non mi avevano incuriosito. Il bello della condivisione è proprio questo: un arricchimento reciproco, uno scambio di idee e di opinioni, un accesso privilegiato che permette di entrare nell’account segreto dei sogni di chi scrive.

Ha scritto così nel suo blog ViaggiNelCassetto Farah (sì, proprio lei!) e

parlandone con Manu di Pensieri in Viaggio e con Lucia di Respirare con la Pancia ne è nata un’idea, uno spunto per provare a sognare tutti insieme e scoprire quali sono le destinazioni più gettonate nei nostri desideri.
E’ nato un hashtag e si chiama #TravelDreams2014.
Un tweet, una foto su Instagram, un pensiero su Facebook, un post sul vostro blog. Scrivete e taggate.

Manuela ha detto i suoi, ed ora tocca a me!
Ho voglia di spazi infiniti e sconfinati, di terra a perdita d’occhio, di silenzio, di terra incontaminata, di sentirmi un piccolo puntino nella natura: voglio prendere La Tronchita, un treno a vapore che attraversa in sette ore la pampa argentina. In pratica è viaggiare dentro “C’era una volta il West”

La Tronchita alla stazione di Nahuel Pan

La Tronchita alla stazione di Nahuel Pan

Ho voglia di entrare in una cattedrale e perdermi ad ammirare la magnificenza, lo sfarzo, la grandiosità degli Stati Uniti dei tempi che furono, quando il capitalismo e l’american way of life non avevano ancora incontrato la Grande Depressione, il Vietnam e l’11 settembre. Voglio aspettare un treno nella Grand Central Train.

New York!

New York!

Voglio l’eccesso, voglio la follia, voglio la sovrabbondanza, il pastiche di stili: voglio tutta la storia dell’architettura, dalla cattedrale medievale con le guglie all’Ottocento con il vetro ed il ferro passato per i mattoni dell’edilizia vernacolare. Voglio girare con il naso all’insù per London St Pancras.

Non si direbbe, lo so, ma è decisamente una stazione!

Non si direbbe, lo so, ma è decisamente una stazione!

Voglio la favola, voglio la Mitteleuropa (ma tutta!), voglio il fascino del lusso fin de siècle, voglio “i bei tempi andati”, voglio attraversare un intero continente ed una infinità di stati, voglio dormire ricordando che un uomo nel letto vicino avrebbe potuto essere ucciso con dodici colpi di coltello, tra nobildonne russe, ricchi americani ed eccentrici quanto geniali belgi. Voglio viaggiare sull’Orient-Express.

Dov'è monsieur Poirot?

Dov’è monsieur Poirot?

E poi… e poi voglio qualcosa di vicino, di così vicino che, come capita forse a tutti, non ho mai fatto. Voglio viaggiare lento a picco sul mare, sentendo l’odore della salsedine, passare piano tra gallerie sospese tra roccia ed acqua, su una ferrovia stretta stretta tra paese e spiaggia. Voglio prendere il trenino delle Cinque Terre.

La stazione di Manarola

La stazione di Manarola

Magari con Farah, Manuela, e Lucia!

15 pensieri su “Travel Dream 2014: le mie mete da sogno

  1. Che bel post! Mi mancano molto i viaggi in treno, dove ti rilassi, guardi la vita degli altri scorrere dietro al finestrino, che si specchia nella tua. Qui in Oman hanno in progetto di costruire una grande ferrovia, che collegherà diversi stati della Penisola Arabica tra cui Emirati Arabi Uniti e Qatar. Non vedo l’ora! Per il momento ci si deve accontentare dei taxi, molto meno poetici ma altrettando interessanti ;) BUON ANNO!

    • Allora tutti quanto appreziamo i begli spettacoli dei panorami :)
      Avevo sentito qualche notizia in merito a questo grande progetto, mi sembra di ricordare parteciperà anche l’Italia al progetto.
      Goditi il sole ed il caldo e buon anno!

  2. Pingback: Un anno per sognare, una vita per viaggiare: #Traveldreams2014 – Respirare con la Pancia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>