Ostiense_Hitler

La stazione Ostiense aspetta Adolf Hitler

La stazione di Roma Ostiense, terza per importanza nella capitale dopo Termini e Tiburtina, deve la sua nascita e la sua forma alla visita compiuta da Adolf Hitler nel 1938. I cinefili collocheranno subito in questo periodo l’ambientazione del film di Ettore Scola Una giornata particolare. La scelta di fare scendere l’allora alleato dell’Italia fascista…

Quello che resta della stazione di Carrara San Martino

Prendere in comodato d’uso una stazione dismessa

Avete mai pensato di chiedere in gestione una stazione dismessa? Per i distratti che non lo sapessero, come già raccontavo in un vecchio articolo, le stazioni minori, dismesse o impresenziate, possono essere richieste da associazioni di varia natura in comodato d’uso gratuito perchè diventino luogo di aggregazione o di cultura. Così, ad esempio, è successo…

Canfranc_stazione_2011

La stazione di Canfranc

Troverete immagini della stazione di Canfranc in moltissimi siti. Perchè è spettrale, desolata e buona per ambientarci un film del terrore. Le sue linee eleganti e le sue finestre chiuse occhieggiano sulla copertina del libro Luoghi dell’abbandono. Esplorazioni insolite di un patrimonio dimenticato di Sylvain Margaine. Ed un motivo c’è. Eppure, prima di essere luogo…

La stazione negli Anni Cinquanta

Una stazione dopo 1863 gradini

Nel cuore, anzi, nelle viscere dell’Appennino c’è una stazione. Bisogna arrivare a Ca’ di Landino, un piccolo borgo, anzi, una frazione disabitata o quasi a mezza strada tra Castiglione de’ Pepoli e Baragazza, sorta negli Anni Venti. Durante la realizzazione della Direttissima Firenze-Bologna e della Grande Galleria dell’Appennino – lunga oltre 18 km, attraversa l’appennino…

Quello al centro è il teatro!

A Cotignola c’è un teatro al binario

Dagli Anni Novante la stazione di Cotignola, lungo la linea Faenza-Lavezzola, è impresenziata e lo scalo merci chiuso: questa volta però non parlo di uno dei soliti casi di strutture abbandonate e devastate. I treni passano, pochi ogni giorno e sporadici, tanto che la stazione al primo piano ospita un centro sociale giovanile, mentre quello…

La banchina a Farneto nel 2009

Una stazione, una vergogna: Farneto

Dopo la stazione di Vigna Clara è necessario parlare di quella di Farneto o, come la chiamavano le FS, Olimpico – Farnesina. Due stazioni che assieme sono costate novanta miliardi di lire meritano attenzione, no? Riassumendo: in previsione dei Mondiali di Italia 90 si decide di creare un collegamento ferroviario che dalla stazione Tiburtina arrivi…

Il suntuoso fabbricato viaggiatori costato miliardi di lire

Una stazione, una vergogna: Vigna Clara

Questa è una brutta storia, tutta italiana, dove nessuno paga per le sue colpe. Chi ha un po’ di anni ricorda quale obbrobrioso sperpero di soldi pubblici furono i Mondiali di Italia ’90: stadi, alberghi, infrastrutture i cui costi triplicarono, miliardi e miliardi di lire andati a finire chissà dove per opere che spesso non…

L'attuale stazione è così brutta che mi rifiuto di rinserirne le immagini. Ecco l'Arch nel 1896

Euston Arch: un delitto inglese

Oggi parliamo di una brutta storia, di un vero scempio artistico ed architettonico, una barbara devastazione contro un monumento in una bellissima stazione. In Italia? No, a Londra. Nella parte settentrionale di Londra si trova la stazione di Euston, la prima stazione della città, aperta il 20 luglio 1837 come capolinea della linea tra Londra…