Settima Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate: il Centro

Nemmeno nel Centro Italia si sta con le mani in mano per la Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate: segno che sono moltissime le linee che vanno riscoperte e magari riaperte o riutilizzate.
In Toscana sull’Appenino ci si inerpica con un’scursione a piedi da Pracchia fino alla “ghiacciaia dimenticata” e ritorno passando nei pressi di uno dei camini di sfogo della ferrovia Porretana. Sabato invece dalla stazione di Valdibrana, chiusa al traffico passeggeri, partirà lungo strade secondarie un percorso per permettere la visione dei più grandiosi viadotti della linea: Grazzini, Fabbricaccia, Fabbrica e Piteccio. A Pisa ci sarà una pedalata fino a Tirrenia con partenza dalla vecchia stazione della ferrovia in piazza S.Antonio, sosta e visita alla stazione di Marina di Pisa; un altro gruppo invece farà a piedi il percorso inverso. Ad Arezzo ci sarà la tradizionale escursione in bici lungo l’itinerario della vecchia FAC (ferrovia dell’Appennino Centrale) Arezzo-Fossato di Vico nel tratto da Arezzo a Palazzo del Pero. Tra Siena e Grosseto si terrà una passeggiata a cavallo e a piedi dalla stazione di Bibbiano alla stazione di Buonconvento: la linea è stata chiusa a novembre 2013 in seguito ai danni dell’esondazione e la cavalcata e la passeggiata a piedi hanno l’obbiettivo di puntare l’attenzione su questa ferrovia. Una camminata è organizzata anche tra Saline di Volterra e Volterra mentre lungo la dismessa linea tra Follonica e Massa Marittima si andrà in bici.

La stazione di Marina di Pisa

La stazione di Marina di Pisa

In Umbria si terrà per la terza volta una passeggiata a piedi, in bicicletta, a cavallo o in qualunque modo, lungo un tratto della ex linea dismessa Ellera – Tavernelle (circa 14 km totali – tempo percorrenza stimato 4 ore). A farla da padrona sarà però la linea Spoleto – Norcia con tre eventi ad essa legata. Il Museo della ex ferrovia in collaborazione con Umbria Mobilità, aprirà per una visita ed in seguito presenterà il nuovo documentario di Umbria Nascosta che racconta la storia della vecchia ferrovia. Questo filmato sarà in seguito proiettato: 1 Marzo: Palazzo Comunale, Sala del Consiglio Comunale, Norcia – 2 Marzo: Complesso Monumentale di San Nicolò, Spoleto – 10 Marzo: Centro Congressi Capitini, Perugia. Una passeggiata lungo una parte del suo tragitto inizierà presso la ex stazione di Santa Anatolia di Narco.
Nelle Marche si tiene la terza edizione della camminata “A piedi da Fermo a Porto S. Giorgio lungo la vecchia ferrovia”. Si cammina lungo la vecchia linea tra Fermignano ed Urbino mentre a Fano si Passeggiata sui binari tra i quartieri di San Lazzaro e Sant’Orso (Fano) per apprezzare i vantaggi e le potenzialità di un possibile percorso ciclo-pedonale in sede propria sul sedime della ex ferrovia Fano-Urbino. Sempre partendo da Urbino si terrà un’iniziativa volta alla riscoperta della ferrovia Metaurense: dalla stazione si proseguirà fino al casello al km 76+863 (3 km) posto fra due maestosi viadotti; dove è previsto l’arrivo dei gruppi partiti dalla stazione di Fermignano. Sarà allora momento per una lectio magistralis sul valore del paesaggio urbinate celebrato dai Maestri pittori del Rinascimento a cui seguiurà un ordine del giorno a disposizione di tutti i consiglieri comunali, provinciali e regionali per riaprire il dibattito sul futuro della Ferrovia Fano Urbino.
Nel Lazio a Passo Corese si terrà una mostra fotografica ferroviaria su linee sabine e dell’Alta valle Tevere, e una mostra di ferromodellismo a cura del gruppo ferromodellistico Tartaruga di Roma. Chi ama camminare potrà scegliere tra la passeggiata lungo uno dei tratti più singolari della vecchio ferrovia Capranica- Civitavecchia, (quello tra le stazioni di Civitella Cesi e Montreromano), quella che dal borgo della Farnesiana segue la Civitavecchia – Orte, oppure quella -lungo la medesima linea- tra Capranica e Barbarano Romano. Gli amanti della bici invece potranno o partire da Valmontone per arrivare ad Acuto lungo la Roma – Fiuggi, mentre altri da Fiuggi pedaleranno fino a Colleferro. Per i più allenati invece è previsto un evento in due giorni lungo tutta la Orte – Civitavecchia: 69 chilometri di sterrato che attraversa il Lazio!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>