Da Rimini a Lecce: la Maratona di Turismo Ferroviario

Vi ho parlato della Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate, che si terrà domenica 8 marzo: vi anticipo che settimana prossima ne parlerò più diffusamente.
Una novità quest’anno, rispetto all’anno passato, è la Maratona di Turismo Ferroviario: un viaggio in treno dalla stazione di Rimini a quella di Lecce, e ritorno.
Da lunedì 2 marzo 2015 a mercoledì 4 sarà realizzato un viaggio-reportage, ideato dalla Confederazione della mobilità dolce, per documentare lo stato e le potenzialità di alcune di queste piccole ferrovie su un itinerario da Rimini a Lecce. In italia, nonostante dismissioni e chiusure, sopravvivono ancora decine di linee ferroviarie minori che collegano città e paesi. Hanno ancora grandi cose da dire: favoriscono il turismo in aree marginali, sono di supporto alla mobilità dolce e agli spostamenti locali, hanno una vera funzione ecologica e sostenibile. L’idea alla base di questa particolarissima maratona è quella di favorire il lancio del turismo ferroviario per il tempo libero, in linea con gli altri paesi europei.
Header_sito_maratonaIl 2 marzo la comitiva parte da Rimini con prima fermata Ancona con un dibattito sul potenziamento del trasporto pubblico su ferro della linea Civitanova-Macerata-Fabriano-Pergola come già fatto per la Ascoli-Porto d’Ascoli, e sulla possibile sostenibilità economica di altri progetti sostenuti dai territori come ad esempio la Fano-Urbino e la Porto S. Giorgio-Fermo-Amandola. Dopo pranzo a bordo di un regionale si arriva a Pescara dove, nella stazione, si discuterà del recupero delle stazioni impresenziate in diversi territori in Italia sulla base di progetti che abbiano finalità sociali d’interesse collettivo per la salvaguardia ambientale, per realizzare attività di protezione civile, per promuovere turismo educativo, naturalistico, storico e culturale.
La mattina del 3 marzo si arriva a Lanciano e da qui a Larino passando per l’agro di Campomarino per visionare un tratto della linea ferroviaria Termoli-Campobasso-Benevento. Proprio da Termoli si riparte per raggiungere la Puglia con destinazione Lecce. Qui alle 19.00, presso il Museo Ferroviario della Puglia, si terrà la tavola rotonda dal titolo “Il Ruolo dei Treni Storici nella Mobilità Dolce“.
Il 4 si parte dalla stazione di Gallipoli con il Treno Storico Salento Express verso la fermata di Gallipoli Porto: tratta breve, ma importante perchè all’arrivo ci sarà una conferenza sull’ipotesi di rilancio in chiave turistica del tronco ferroviario di Gallipoli Porto, attualmente sospeso al traffico ordinario e a rischio di dismissione a causa di un progetto comunale volto ad aumentare il traffico veicolare sul Lungomare Marconi. Ultima tappa è Tuglie, presso il Museo della Civiltà Contadina, sede dell’unica fermata in Italia ad uso esclusivo di un polo museale.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>