Per le vacanze andare sulla Riviera Romagnola in treno conviene

Esiste tutta una mitologia, fatta di libri, film e racconti famigliari, sulle code estive verso i luoghi di villeggiatura, sulle partenze intelligenti nel cuore della notte per evitare traffico, sulle scorciatoie note a pochi, che di solito si rivelano essere mulattiere fangose tra i campi.
I miei nonni per andare al mare, prima ancora che esistesse l’Autostrada A15, partivano da Milano verso le due del mattino così da viaggiare con il fresco. Poco prima delle sette arrivavano a destinazione, breve pausa sotto i platani del viale nella cittadina costiera e poi, ad un orario decente, andavano a suonare alla porta della signora che gli affittava un appartamento. Era il 1964, il traffico era quasi inesistente, la Giuletta non aveva l’autoradio e mio nonno era un discreto guidatore.
Anche oggi c’è sempre in agguato il rischio coda, cui si aggiunge una innegabile stanchezza se il viaggio è lungo. Per andare al mare d’estate è sempre meglio il treno: in Liguria basta arrivare a La Spezia ed un regionale, come una metropolitana, ferma in tutti i paesi della Riviera di Levante.

Una lunghissima costa ancora più raggiungibile

Una lunghissima costa ancora più raggiungibile

Dall’altra parte dello Stivale, in Romagna, gli albergatori hanno pensato di incentivare l’uso dei mezzi pubblici: la regione Emilia Romagna, i comuni di Rimini, Riccione e Cattolica e le rispettive associazioni albergatori di queste città si sono accordate con Trenitalia e hanno varato la promozione “Al mare in treno“.
Gli hotel aderenti all’iniziativa, nel caso si soggiorni per una settimana, rimborsano il biglietto ferroviario di andata, e se si soggiorna per due settimane rimborsano sia l’andata che il ritorno. A questo si aggiunge anche il rimborso della corsa in autobus dalla stazione all’hotel.
Questo è il link per gli alberghi di Cattolica.
E stiamo parlando della Romagna, dove esiste un servizio integrato di autobus a tutte le ore per muoversi sia lungo la costa che sull’entroterra.
Non si potrebbe volere nulla di meglio!

2 pensieri su “Per le vacanze andare sulla Riviera Romagnola in treno conviene

  1. Ciao Enrico,
    ci siamo sentiti per email a proposito di questa promozione e ti ringrazio per il tuo articolo puntuale ed esauriente. Vorrei solo precisare una cosa visto che alcuni turisti me l’hanno chiesto e penso interessi anche i lettori del tuo blog. Nel sito ufficiale di Al Mare In Treno le città di Rimini e Riccione, promotrici ufficiale dell’evento, hanno incluso nell’offerta anche la Tassa di Soggiorno che sarà rimborsata dagli hotel che aderiscono all’offerta. Per quanto riguarda Cattolica, che si è aggregata in un secondo tempo, la Tassa di soggiorno NON è compresa nell’offerta. Maggiori info si possono trovare nell’articolo del mio blog Al Mare In Treno Cattolica in cui parlo di questa scelta da parte dell’Amministrazione di Cattolica e dell’Associazione Albergatori. Grazie ancora per lo spazio che hai dedicato a questa iniziativa.

Rispondi a BassaVelocità Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>