Napa Valley Wine Train: si beve meglio in treno!

Parlando del Treno dei Vini dell’Etna, questa grande novità nel nostro panorama locale, la mente non può non andare al più famoso treno dei vini, il famoso Napa Valley Wine Train in California.
La Valle di Napa, in California, è una grande campagna situata a nord della California dove le viti crescono senza nessuna difficoltà: curiosamente qui c’è un clima quasi simile a quello mediterraneo, che unito alla particolare geologia della valle, ha permesso a questi colli di diventare un’area enologica di prima grandezza. Nella Napa Valley infatti oggi ci sono 450 aziende vinicole che producono più di trenta vini diversi di alta qualità, oltre a grappe, porto, brandy.
Gli americani impazziscono per questi vini e per i tour che vengono organizzati: ogni anno ci sono circa quattro milioni e mezzo di turisti che la visitano e praticamente ogni telefilm ambientato in California ha, se non una puntata, almeno dei riferimenti alla Napa Valley.
Napa-Valley-Wine-TrainFigurarsi quindi se perdevano l’occasione di sfruttare in questo senso la locale ferrovia che, realizzata alla metà dell’Ottocento, è diventata un importante vettore turistico solo recentemente: il Napa Valley Wine Train è in funzione infatti dal 16 settembre 1989 e fino ad oggi ha trasportato oltre due milioni di passeggeri.
Quando nel 1985 il gestore statale annunciò che la ferrovia sarebbe stata dismessa, un imprenditore californiano ebbe l’idea del Wine Train: era Vincent De Domenico (italoamericano, come si capisce dal cognome). Questi superando i dubbi dei locali, le solite proteste degli ambientalisti radicali, l’opposizione di coloro che non volevano altri turisti, creò la società privata Napa Valley Railroad (NVRR), che da allora gestisce il Napa Valley Wine Train. Mi piacciono sempre le storie del capitalismo statunitense e degli imprenditori che invece di andare avanti coi fondi statali (come in Italia) si rimboccano le mani e creano per sè stessi e gli altri nuova ricchezza.
Lasciatasi alle spalle la città di Napa prima di arrivare al capolinea St. Helena, nel breve percorso di circa 58 km, tocca le città di Yountville, Rutherford e Oakville ed attraversa i principali vigneti della regione e svariate cantine situate nella contea di Napa.
napa_valley_wine_train_vistaIl viaggio sul Napa Valley Wine Train inizia dalla stazione di Napa: nel salone delle partenze si tiene una prima sommaria lezione di degustazione dei vini. Solo dopo questo momento si sale a bordo: il treno può portare fino a 370 passeggeri e di solito fa due corse al giorno.
Il Napa Valley Wine Train è composto da nove carrozze, tra cui quella degustazione, la sala da pranzo e quella panoramica (dove comode sedie girevoli consentono di godere al massimo delle dolci colline che scorrono davanti agli occhi). Sono vetture originariamente nei primi anni del Novecento per la Northern Pacific Railroad, ma ampiamente ristrutturate e modificate dal NVRR prima di tornare in servizio: gli interni sono stati ristrutturati con mogano honduregno e tessuti pregiati.
Durante il viaggio di tre ore che copre 36 miglia (58 km) tra andata e ritorno tra Napa e Sant’Elena, i passeggeri possono optare per un pasto gourmet preparata a bordo o degustare alcuni dei vini della regione disponibili presso il wine bar (che in un treno simile non poteva mancare).
napatrain-m2-sf14Il treno si dirige verso nord fino alla stazione di St. Helena ma lungo il tragitto oltre lunghi filari di viti si possono intravedere le cittadine di Napa, Yountville, Oakville, Rutherforde: a seconda del giorno della settimana il treno si ferma in differenti stazioni e i passeggeri possono scendere solo se hanno prenotato un tour organizzato per una determinata cantina.
Se il Napa Valley Wine Train corre da oltre venticinque anni portando di media centomila passeggeri l’anno è perchè… questa formula funziona, tanto per restare nel pragmatico mondo statunitense.
Spero di cuore che sia così anche il Treno dei Vini dell’Etna!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>