Missione: dare il benvenuto ai viaggiatori a Milano Centrale

Non è la prima volta che parlo, con grande piacere, di Milano e delle sue stazioni.
Qualche mese fa Porta Garibaldi era stata teatro delle performance musicali di gruppi emergenti. Sabato scorso Milano Centrale, stazione che personalmente trovo affascinante e bellissima, è stata la location di un gioco urbano.
Per capire meglio cosa è avvenuto e perchè ho il piacere di ospitare il racconto di Sara, che vi ha preso parte in prima persona.
A lei la parola, quindi!

L’evento di sabato è stato organizzato da CriticalCity Upload, il gioco urbano che ti fa fare le cose che non hai mai fatto.

Pronti per la missione?

Pronti per la missione?

L’idea nasce dal team di Focus Soc coop Sociale – Innovazione sociale di Milano ed è partito nel 2009 grazie al finanziamento della Fondazione Cariplo. Ad oggi CriticalCity Upload ha più di 10000 iscritti in tutta Italia, è giunto alla sua terza edizione ed è completamente gestito da un team di players-volontari.
Come funziona il gioco? Si parte da una piattaforma web (criticalcity.org), dove si trova un catalogo istruzioni elencate per livelli, dalla più facile alla più complessa. Il giocatore sceglie quella che preferisce, la svolge concretamente a casa, in città, ovunque si trovi, documentando lo svolgimento con un racconto, foto e filmati e poi carica il tutto sul sito. Se la missione svolta è valida, guadagna dei punti, sale di livello e fa sbloccare altre  missioni sempre più difficili.
Un gioco che, con l’attrattiva dei videogames, stimola i giovani ad uscire di casa, esplorare il loro territorio, interagire in modo positivo con gli abitanti, diventando cittadini sempre più attivi, ma soprattutto sempre più creativi.

Benvenuta! Hai fatto buon viaggio?

Benvenuta! Hai fatto buon viaggio?

La missione di sabato 11 gennaio era una missione collettiva: sono arrivati ragazzi da tutta Italia (Torino, Parma, Reggio, Trento, Brescia, Bergamo, Roma, Varese, Perugia, etc…) che si sono impegnati in una performance a beneficio dei viaggiatori dei treni che terminavano la corsa in Stazione Centrale a Milano. Fanfare imprevedibili, questo è il titolo dell’istruzione, richiedeva infatti di recarsi in aeroporto o stazione e organizzare un comitato di benvenuto a sorpresa per alcuni sconosciuti.
Questi ragazzi, una quarantina, armati di collane di fiori, biscotti, ukulele, trombette, coriandoli e chi più ne ha più ne metta, all’arrivo di un treno, sceglievano un “fortunato” viaggiatore e lo stupivano, accogliendolo come un vecchio amico tornato dopo tanto tempo. Strette di mano, abbracci, baci, qualche dono, chiacchiere e saluti.

Gradisce una fetta di torta, sorella?

Gradisce una fetta di torta, sorella?

Qualcuno è rimasto perplesso, qualcuno s’è addirittura commosso. Di sicuro il colore e l’atmosfera della stazione per un pomeriggio sono cambiati in meglio!

Ammetto che non conoscevo nè avevo mai sentito parlare di CriticalCity Upload. Ho cercato un po’ di informazioni online per farmene un’idea: è un qualcosa di semplicemente splendido. La concezione alla base, quella di una vera e propria “riconquista creativa da parte dei giovani degli spazi pubblici delle nostre città” è qualcosa che mi entusiasma profondamente: cosa c’è di migliore di coniugare consapevolezza urbana, creatività e condivisione?
Per saperne di più, oltre ai link già presenti, potete leggere questo, che riporta anche un po’ di rassegna stampa.
E naturalmente grazie a Sara, che ha condiviso con noi il suo racconto e le sue foto!

2 pensieri su “Missione: dare il benvenuto ai viaggiatori a Milano Centrale

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>