Mangiare alla Grand Central Station: l’Oyster Bar

Quando ho scritto il post sulla Grand Central Station di New York lo avevo detto: su questo grande monumento newyorkese ho ancora tanto da raccontare! Ad esempio, dove andare a mangiare: vi piacciono le ostriche?
Io non le ho mai mangiate, principalmente perchè terrorizzato da svariati racconti famigliari di indigestione, congestioni e sensazioni di disgusto ad avere una cosa molliccia e di dubbio sapore in bocca. Magari, anzi sicuramente, mangiare l’ostrica non è così, ma dopo tanti anni che sento racconti pieni di disgusto non ho tutta questa voglia di sperimentare.
Detto ciò, ignoravo anche cosa fosse un Oyster Bar: una “tavola calda per ostriche”, nel senso di un pubblico esercizio, meno lussuoso di un ristorante, specializzato nel servire ostriche, anche a buffet. In Francia si chiamano bar à huîtres. Il 90% di questo estremamente specializzato tipo di ristorante si trova negli USA, dove evidentemente è un cibo estremamente comune. E quello più famoso pare essere all’interno della Grand Central Station!

Grand_Central_Oyster_Bar

Benvenuti!

L’Oyster Bar, ufficialmente Grand Central Oyster Bar & Restaurant, si trova al livello più basso della Grand Central Terminal tra la 42nd Street e Vanderbilt Avenue a Manhattan: aperto assieme alla stazione nel 1913, è in attività da allora, anche se per breve tempo è rimasto chiuso per lavori di ristrutturazione a seguito di un incendio del 1997.  In questi cento anni di attività è diventato uno dei principali punti di riferimento della scena culinaria di New York.
Una delle particolarità di questo locale è la sua architettura, che presenta i soffitti a volta, realizzati tramite il sistema detto “delle piastrelle Guastavino”, piastrelle comuni nei primi anni del XX secolo. Si tratta di archi e volte ottenute utilizzando sottili piastrelle di terracotta incastrate tra strati di malta, che formano una pellicola sottile e che seguono la curva della volta stessa. I palazzi beaux arts di New York ne sono ricchi.

Oyster_Bar

Buon appetito!

Se siete tentati dalle ostriche, prima di entrare fermatevi sotto l’arco di fronte all’ingresso del ristorante: è un punto famoso per un capriccio acustico che prende il nome di “Camera a sussurro”: se state in piedì lì potrete sentirete perfettamente una persona che parla nell’angolo opposto del bar, non importa quanto a bassa voce lo faccia.
Il bar si intravede come sfondo durante la presentazione degli attori durante il Saturday Night Live.
L’Oyster Bar ha per così dire altre due filiali ferroviarie: il primo, il GCOBR Shinagawa, si trova al quarto piano della stazione di Shinagawa ed il secondo, GCOBR Marunouchi, si trova vicino alla stazione di Tokyo. Mi viene quasi da pensare che ci sia una intima relazione tra mangiare ostriche e prendere il treno…
In ogni caso, al di là delle facili battute, l’Oyster Bar è probabilmente a buona ragione il più famoso ristorante al mondo se vi piacciono le ostriche. Perchè lo dico?
Andate a guardarvi il loro menù: hanno oltre duecento modi per servirvele!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>