Italo a Rimini ed Ancona nel dicembre 2013

Abbiamo visto come a dicembre 2012 Italo annunciasse che da giugno 2013 i suoi rossi convogli sarebbero arrivati sulla linea dell’Alta Velocità fino a Bologna, e da lì avrebbero svoltato vero l’Adriatico, andando a toccare Rimini, Forlì ed Ancona, “declassandosi” volontariamente alla velocità di un intercity.
Le cose non sono andate così.
Qualche giorno fa l’annuncio ufficiale (il secondo). Il debutto è segnato per il 15 dicembre: il primo Italo per Milano parte da Ancona alle 6.57 del mattino. Tre coppie di treni ogni giorno sperimenteranno il nuovo collegamento tra Milano (via Reggio Emilia e Bologna), Rimini e Ancona per verificare la risposta del territorio in termini di gradimento dei Viaggiatori. Una coppia di treni arriverà anche a Torino. I tempi di percorrenza sono tutto sommati buoni, tenuti conto dell’assenza di una linea ad Altà Velocità apposita: Da Torino, in quattro ore si arrivera’ ad Ancona e in circa tre a Rimini, da Milano Rogoredo in tre e due.

Prossima fermata: stazione di Rimini

Prossima fermata: stazione di Rimini

I prezzi, soprattutto tenendo conto delle molteplicità di offerte, sono concorrenziali:Bologna-Rimini costerà 15, 20 o 37 euro; Bologna-Ancona da 20, 30 o 61 euro. Da Reggio Emilia a Rimini si viaggia con un minimo di 14, 20 o 46 euro; da Reggio Emilia ad Ancona 20, 30 o 63 euro. La monotratta Rimini-Ancona parte da 10 euro in Smart, 15 in Prima e 32 in Club. Milano-Rimini costa 20 euro in Smart, 30 in Prima e 71 euro in Club; Milano-Ancona da 20 euro in Smart, 40 euro in Prima e 86 in Club. Torino-Rimini da 20, 30 o 76 euro mentre la Torino-Ancona parte da 20, 40 e 90 euro.
Ed i marciapiedi? I lavori sono partiti a fine ottobre e dovrebbero essere pronti per il 5 dicembre. Lavori di adeguamento analoghi sono in programma anche a Pesaro, ma in un secondo tempo: sembra che prima NTV voglia accertarsi della redditività di questa nuova linea.
Speriamo questa sia la volta buona!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>