In treno lungo la costa di Israele

In Israele la linea ferroviaria principale è quella che costeggia da nord a sud tutta la costa: inizia appena a sud del confine con il Libano, vicino alla città di Nahariya e prosegue per quasi tutta la costa mediterranea del paese, terminando a nord della confine con la Striscia di Gaza.
La parte settentrionale che va da San Giovanni d’Acri fino alla zona a sud della stazione di Cesarea – Pardes – Hanna è stata realizzata dagli inglesi nel corso degli Anni Venti. Tra il 1941 ed 1942 gli ingegneri dell’esercito sudafricano e neozelandese estesero la linea a nord di Beirut e Tripoli, in Libano, attraverso una gallerie che attraversa il promontorio di Rosh Hanikra. Naturalmente a seguito della guerra del 1948 questo tunnel è stato chiuso e mai riaperto.

Il tunnel che conduceva in Libano

Il tunnel che conduceva in Libano

Tra il 1950 ed il 1953 lo stato costruì la linea da quest’area fino alla stazione ferroviaria centrale di Tel Aviv e ben presto divenne il principale collegamento ferroviario tra il nord ed il centro di Israele, anche perchè unisce la capitale alla stazione di Haifa, riducendo in modo significativo il tempo di percorrenza tra le due città, oltre a fornire il servizio ferroviario per le importanti città di Herzliya e Netanya.
Nonostante il grande successo negli anni seguenti i collegamenti feroviari furono trascurati dal governo e solo negli Anni Novanta si intraprese il prolungamento della linea verso sud: il primo passo fu quello di connettere questa linea a quella che arriva a Gerusalemme. L’apertura di questo tratto ferroviario inaugurò una nuova era di sviluppo della rete nel paese in quanto ha permesso ai treni dal nord di raggiungere il sud del paese attraverso la metropoli principale nel paese. Nella parte in cui attraversa Tel Aviv la ferrovia è chiamata anche “Ferrovia Ayalon” ed arriva ad avere quattro binari affiancati, costituendo il cuore del trasporto su rotaia del paese. Con gli anni naturalmente aumentarono anche le stazioni e le fermate.

La stazione di Rishon LeZion Moshe Dayan, aperta nel 2011

La stazione di Rishon LeZion Moshe Dayan, aperta nel 2011

Con l’inizio del nuovo millennio sono ripresi i lavori che hanno permesso l’incremento della tratta coperta, sei nuove stazioni ed il collegamento con la linea Lod–Ashkelon e con il porto di Ashdod. Dal 2013 tutta la linea è a doppio binario.
Viaggiano qui, oltre ai treni merci, sia i suburbani che gli intercity: i primi servono le aree di Tel Aviv ed Haifa, i secondi fermano nelle stazioni centrali di Nahariya, Haifa e Tel Aviv.
I prezzi sono decisamente buoni, dal momento che un biglietto da Nahariya, la stazione più settentrionale di Israele, a Be’er Sheva, nel cuore del deserto del Neghev a sud, costa 77 NIS, circa 17 euro.

3 pensieri su “In treno lungo la costa di Israele

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>