È la Liguria terra leggiadra. Soprattutto in treno

Più volte abbiamo accennato che i trasporti regionali dipendono direttamente dalle Regioni, come pressochè tutte le stazioni (eccetto quelle dell’Alta Velocità e 103, più importanti, che sono gestite da una società di proprietà di FSI).
Questo vuol dire che il pendolare a cui l’abituale treno fa come al solito ritardo ed è sporco oltre ogni immaginazione non se la deve prendere con Moretti. Può farlo, naturalmente, ma sarebbe più corretto pensare prima al proprio Assessore regionale alla Mobilità.
Questi rapporti gerarchici però, in certe occasioni, generano anche piacevoli sorprese.

Levanto

Levanto

Da oggi è in vigore l’offerta “Liguria in treno”, frutto di un accordo siglato da Regione Liguria, albergatori (tra cui Federalberghi) e Trenitalia: si potrà raggiungere la Liguria con Trenitalia, soggiornare anche per un breve weekend e risparmiare sulle spese di viaggio perchè l’hotel rimborserà il biglietto del treno.
L’offerta, che dura fino al 31 dicembre, copre l’uso di treni Frecciabianca, Intercity e regionali e si compone di tre soluzioni: la settimanale rimborsa il biglietto con destinazione nella località prescelta (o nella stazione più vicina) fino a 50 euro a persona (40 per albergo B&B o residence); la bisettimanale garantisce andata e ritorno fino a 100 euro a persona (80 B&B o residence); l’opzione week-end rimborsa il 20% del biglietto Trenitalia di andata, fino a 20 euro a persona per almeno 2 notti nei fine settimana. Oltre al rimborso del biglietto la promozione prevede accessi agevolati ad alcune attrazioni come l’Acquario di Genova, il casinò di Sanremo, il parco acquatico Le Caravelle, la Fondazione Terruzzi Villa Regina Margherita e il Museum Store del Genoa.

Tellaro

Tellaro

Per usufruire della promozione, a posti limitati e per ogni categoria di treno il cliente dovrà rivolgersi ad un numero unico di prenotazione (0184-1928585, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13) indicando la struttura scelta, il periodo e il tipo di offerta. Per ulteriori informazioni e l’elenco delle strutture alberghiere convenzionate c’è il sito dedicato all’offerta http://www.liguriaintreno.it/
Presentandola al Casinò di Sanremo l’assessore regionale al turismo Angelo Berlangieri ha dichiarato: «È una promozione che va incontro alle difficoltà che la regione ha nei collegamenti, un modo per invitare i turisti a venire in Liguria con una certa convenienza».
Ma questa “terra leggiadra. / Il sasso ardente, l’argilla pupilla / s’avvivano di pampini al sole.” (così ne scriveva Vincenzo Cardarelli nella poesia che studiai per l’esame di quinta elementare) non si vuole fermare a queto traguardo: allo studio c’è anche un possibile rimborso parziale delle spese di benzina e dell’auto a noleggio dall’aeroporto all’albergo, con lo sguardo rivolto a Nizza e all’Expo del 2015, distante da Genova solo 250 chilometri.

Toscana medievale? no, Albenga!

Toscana medievale? no, Albenga!

Il presidente di Federalberghi Liguria Americo Pilati ha infatti aggiunto: «Il cerchio si chiuderà con il fly and drive, quando potremo collegare gli spostamenti dei nostri ospiti con gli aeroporti riferimento, ovvero Nizza, Pisa, Genova, Milano e Bergamo. Se poi aggiungiamo il treno credo che potremmo risolvere uno dei maggiori problemi di questa regione, l’accessibilità territoriale.»
Quale altra lingua di terra scoscesa conoscete che vanta “il golfo dei poeti”, ville rinascimentali che dominano il mare tra spalliere di limoni ed una cucina semplicemente fantastica?

[Articolo pubblicato il 28 giugno 2013]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>