Belle notizie dalla Calabria

Ogni tanto anche dal mondo delle ferrovie arrivano belle notizie; in questo caso dalla Calabria.
Nelle settimane scorse (perchè in Italia novembre è sempre mese di maltempo, alluvioni, esondazioni, problemi: chissà se nei prossimi 11 mesi qualcuno farà qualcosa in merito…) una serie di nubifragi hanno completamente bloccato la costa jonica della Calabria.

Una vittima, paesi isolati, la linea ferroviaria Ionica spazzata via dall’esondazione di un torrente che ha provocato lo smottamento della massicciata, diverse zone isolate per numerose frane sulle strade, famiglie sgomberate. [...] soprattutto nella provincia di Reggio Calabria, con la pioggia che è caduta incessante – in alcune zone sino a 600 mm in 48 ore – accompagnata da un vento che ha spirato sino ad 80 kmh. Pioggia che ha provocato l’ingrossamento di tutti i torrenti. E l’esondazione di uno di questi, il Ferruzzano, ha spazzato via la massicciata della linea ferroviaria tra Ferruzzano e Brancaleone, lasciando i binari a penzolare nel vuoto, ed un’ampia porzione della statale 106. [...] Le frane sono adesso uno dei timori maggiori del nuovo responsabile della protezione civile regionale – è stato nominato appena da un giorno – il geologo Carlo Tansi

Fonte: Nubifragi in Calabria, binari spazzati via
Naturalmente il povero signor Tansi, che sicuramente quando ha assunto questo incarico sapeva benissimo a cosa andava incontro (e anzi, gli faccio tanti in bocca al lupo!), non ha colpe in quello che è successo. La linea ferroviaria segue la linea della costa in Calabria come in Liguria, quasi sfiorando il mare: realizzata 150 anni fa, fu scelto questo tracciato sia perchè il più semplice, richiedendo il minor numero di ponti e di gallerie da realizzare, sia perchè così andava a collegare i paesini della costa.

Calabria_Ferruzzano

Foto vintage (1984) della ferrovia calabra a Ferruzzano

Secondo gli amici di Associazione Ferrovie in Calabria

la ferrovia Jonica è rimasta letteralmente senza terreno sotto i binari, per oltre 500 metri. Da brivido le testimonianze degli addetti di RFI incontrati sul posto e che ci hanno riconosciuto, presenti proprio nel momento in cui l’immensa quantità di acqua che aveva riempito tutta la valle, ha liquefatto il rilevato ferroviario

Fonte: Alluvione in Calabria: il punto della situazione
Tutto questo sfacelo è accaduto il 2 novembre.
Siamo sommersi da cattive notizie, da ferrovie temporaneamente chiuse per qualche danno, e che invece restano tali per anni.
Questa volta invece non è andata così!
Voglio citare per intero il comunicato stampa di Ferrovie dello Stato:

Interamente ripristinata, con due giorni di anticipo rispetto ai tempi previsti, la linea ferroviaria jonica della Calabria gravemente danneggiata dall’eccezionale ondata di maltempo che ha colpito la regione a inizio mese.
Da domani, martedì 10 novembre, riprenderanno a circolare tutti i treni previsti dall’offerta commerciale e cesseranno i servizi sostitutivi con autobus.
Tuttavia, a scopo precauzionale, nei prossimi giorni alcuni tratti di linea saranno percorsi a velocità ridotta, con un possibile aumento dei tempi di viaggio fino a venti minuti.
Il ripristino anticipato è il risultato dell’impegno profuso 24 ore su 24 dalle squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana e delle ditte esterne di manutenzione intervenute per consentire la messa in sicurezza dell’infrastruttura e il regolare funzionamento dei sistemi di gestione e controllo della circolazione.
Nel corso delle prossime settimane proseguiranno le attività di consolidamento e difesa della sede ferroviaria che costeggia il litorale, rinforzando scogliere e muri di protezione.

Fonte: Calabria, linea Jonica: riapertura dell’intera linea ferroviaria
Una bella notizia? No, una bellissima notizia: le cose, se si vuole, si possono fare. Nell’emergenza, spesso, siamo i migliori.
Adesso lavoriamo perchè di emergenze ce ne siano sempre meno!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>