A Wiki Loves Monuments 2014 piacciono i treni

Per parlare, anche quest’anno, di Wiki Loves Monument, preferisco ripertermi.

Forse non tutti sanno cosa sia Wiki Loves Monument.
Si tratta di un concorso fotografico internazionale “che potenzia la visibilità dei monumenti e invita ciascuno ad essere protagonista nel documentare, valorizzare e tutelare il patrimonio culturale.” Per quanto riguarda l’Italia Il fine è quello di “valorizzare e documentare l’immenso patrimonio culturale italiano, promuovendone la ricchezza artistico-culturale presso una vasta platea internazionale; invitare tutti i cittadini a documentare la propria eredità culturale, realizzando fotografie con licenza libera, nel pieno rispetto del diritto d’autore e della legislazione italiana; aumentare la consapevolezza della necessità di tutela dei monumenti, preservandone la memoria.”
Naturalmente sto citando da Wiki loves monuments: Presentazione
Per quanto riguarda l’Italia si scattano foto a determinati monumenti i cui diritti d’immagine siano stati ufficialmente resi disponibili (siamo appunto in Italia, è una cosa un po’ complicata e burocratica…) dagli enti possessori. Successivamente si caricano su Commons condividendole e rendendone l’uso disponibile. Se ci fossero dei dubbi, nel sito ufficiale è spiegato tutto passo passo e poi i “commonari” sono notoriamente tipi pazienti, abituati come sono a gestire la completa ignoranza dell’uomo medio davanti a termini quali “licenza libera”, “diritto di panorama” e simili.
Il concorso è suddiviso in due fasi: la prima fase si svolge a livello nazionale, poi le 10 fotografie più meritevoli di ogni paese verranno giudicate a livello internazionale per scegliere la foto vincitrice.

I vincitori italiani di quest’anno li trovate qui.
L’anno scorso al primo ed al settimo posto c’era il mondo ferroviario.

Gare du Nord December 2013

Gare du Nord December 2013
Foto di MrsEllacott [Licenza CC-BY-Sa 3.0]

Quest’anno nella top ten c’è la Gare de Paris Nord, la prima stazione ferroviaria d’Europa per traffico passeggeri, una meravigliosa cattedrale di vetro e ghisa negli interni, che nella facciata a mio parere invece richiama la basilica di San Pietro. Il culto della macchina e del progresso, tipicamente ottocentesco e positivista, che vuole soppiantare quello cattolico. Non è proprio andata così…
Prendetevi del tempo e guardatele tutte, queste 400 finaliste: potrebbero essere un valido punto di partenza per qualche viaggio del 2015!

2 pensieri su “A Wiki Loves Monuments 2014 piacciono i treni

Rispondi a Chiara Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>