La galleria di testa

La stazione di Francia, nel cuore di Barcellona

A Barcellona ci sono quattro stazioni, ma solo una ha conservato il suo carattere storico. Curiosamente è quella con il nome meno “spagnolo” di tutte: è la Stazione di Francia. Il nome ha una spiegazione abbastanza banale: era il punto di arrivo dei convogli che arrivavano di là dai Pirenei. Nonostante la sua importanza storica…

I volumi non più tanto sospesi

Praticità e rispetto questi sconosciuti. A Tiburtina

Borges in un suo saggio cita un racconto di Lovercraft incentrato su un edificio intrinsecamente malvagio; forse una torre. Ammetto che spesso guardando le “creazioni” degli architetti contemporanei, o i percorsi che certi urbanisti ci costringono a fare nelle nostre città, mi viene in mente l’espressione “intrinsecamente malvagio”. La nuova stazione di Roma Tiburtina doveva…

Ma che livrea "sbarazzina" questo treno low-cost

Ouigo, quando il viaggio in treno è low cost

Ogni tanto ci sono ancora notizie che mi stupiscono in positivo. Ammetto di essere un fautore del libero mercato: credo che al concorrenza giovi ai consumatori abbassando i prezzi e spingendo le imprese a migliorare i servizi. Tutti coloro che prendono l’Alta Velocità, ad esempio, sanno bene che da quando è arrivato Italo sono aumentate…

Un Direttissimo degli Anni Sessanta

Stazione Centrale ammazzare subito

La Stazione Centrale di Milano è un pianeta a sè, è come una riserva di pellerossa nel mezzo della città. A lui piaceva. Ci veniva ogni settimana, da oltre due mesi, saliva sulla scala mobile e arrivava alla galleria di testa. Comprava un paio di giornali e di riviste, poi andava in fondo, al bar,…

Piazza Duomo a Pietrasanta: dietro gli edifici sullo sfondo c'è la stazione

Andare in treno in Toscana: da Pisa a Pontremoli

Settimana scorsa annunciavo che era il momento per questo blog di occuparsi delle linee locali, quelle che permettono di toccare i cosiddetti “centri minori” che, dal momento siamo in Italia, hanno quasi sempre piccoli e grandi tesori da mostrare al viaggiatore/visitatore. Da Pisa a Pontremoli si attraversano tre zone della Toscana estremamente diverse quanto belle:…

Sul Venice Simplon Orient-Express mi sentirei un po' fuori luogo

Il mondo in 53 giorni. Con il treno.

Phileas Fogg girò l’intero globo in 80 giorni, e ci riusciva tanto da guadagnarne uno, ragion per cui, cronometro alla mano, ne impiegò 79. Oggi qualche aereo superveloce gira tutta la terra in sei o sette ore, e non capisco che gusto si provi a farlo. Se invece avete circa 25000 euro da parte il…